Leviathan – True traitor, true whore

Recensione: http://www.metallus.it/recensioni/true-traitor-true-whore/

Intervista: http://www.metallus.it/interviste/intervista-con-wrest/

Un comeback discografico che ha la dimensione di un passo avanti colossale, per il main project di Wrest, uno dei pochi depositari rimasti dell’originale USBM sound. Un lavoro solido come una roccia, scolpita a ferro e fuoco da brani intensi e mutevoli (un po’ come gli innumerevoli tatuaggi che adornano il corpo del musicista americano). Risultato finale: una delle migliori uscite black dell’anno, worldwide.

2 pensieri su “Leviathan – True traitor, true whore

E tu cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.