Metal Gear Solid: HD Collection

MGS HD. Una sequenza di lettere che per chi scrive significano moltissimo. Esperienze videoludiche disseminate nel tempo (e nello spazio), riunite sotto il comune denominatore (trad. it: genio) di Hideo Kojima.

L’occasione era del resto impossibile da perdere, per chi, come il sottoscritto, non è più dotato della tecnologia per riprodurre capolavori come Sons of Liberty e Snake Eater (2004), 2 dei 3 titoli che compongono questa raccolta. Il terzo giustifica ancor di più l’acquisto, trattandosi di Peace Walker, edito esclusivamente per PSP.

Come se ciò non bastasse (in realtà basta eccome), le versioni dei suddetti titoli sono state ulteriormente arricchite di extra e goodies (i vari Substance e Subsistence), come ad esempio i primi due (prei)storici Metal Gear (1987 e ‘90)!

Poter rivivere tutti insieme momenti di gioco così memorabili, rimasterizzati in HD, è quasi commovente, una di quelle emozioni tipicamente nerd che riescono a rendermi sinceramente felice. Bello, bellissimo anche il packaging di lusso, preparato da mamma Konami con tutto lo stile tipico della serie, ottima, a livello tecnico, la gestione delle diverse interfacce, comoda e veloce da utilizzare.

La serie dimostra, ancora una volta, tutto il suo genio, in un profluvio di scene ad alto tasso drammatico, grandeur narrativa e astuzia tecnico-realizzativa, talmente numerose da non essere enumerabili. Anche un titolo oggettivamente anziano, come MGS2:SoL (2001) è rimasto senz’altro fresco e attuale, sotto il punto di vista della giocabilità (magnifico impersonare di nuovo Raiden, in attesa di Metal Gear Rising: Revengeance), e viene superato, in termini di struttura e possibilità, solo dai suoi successori, ognuno a suo modo diverso e unico.

Peace Walker, ultimo nella linea realizzativi (2010) è anche l’episodio nel quale la conversione poteva essere più problematica, per il porting dal piccolo schermo PSP alla consolle madre. Ma anche in questo caso il risultato supera ogni più rosea aspettativa, garantendo una nuova storia di Big Boss, successiva ai fatti raccontati in Snake Eater, che funge da necessario e indispensabile prologo concettuale a MGS4.

Peace Walker è inoltre il titolo più anticonvenzionale fra quelli proposti, per la sua struttura a missioni, la parte gestionale e organizzativa delle truppe e degli items, nonché per il co-op e l’online. Un piccolo capolavoro diventato grande.

Poco altro da aggiungere per un intervento che è più che altre un ode senza confini a Kojima-san (che non vedo l’ora di arruolare nei miei ranghi in PW, ^_^). Buon retro-gaming (ma neanche tanto retro) a tutti, con (i vari) Snake!

Un pensiero su “Metal Gear Solid: HD Collection

Rispondi a icittadiniprimaditutto Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.