Daniel Cavanagh – Memory and Meaning

Daniel Cavanagh – Memory and Meaning

Prodotto e lanciato grazie alla piattaforma di founding PledgeMusic, “Memory and Meaning” è il primo disco solista di Daniel Cavanagh, com’è noto anima e principale songwriter degli Anathema, dal 1990 a oggi. Appassionato conoscitore di prog e folk e non nuovo a guest con vari artisti (Leafblade, Antimatter, Agua de Annique, Spherical Minds), in questo candido album Daniel si dedica alla rivisitazione di alcuni celeberrimi brani, il cui intimo significato è reso palese dal grande trasporto con cui si è dedicato ad arrangiamento e interpretazione.

Memory and Meaning è frutto di una performance interamente live in studio, senza alcun overdub o effetto: solamente voce, chitarra e loop. Ogni respiro e sfumatura interpretativa sono catturati direttamente alla fonte, unici e irripetibili, a valorizzare ulteriormente una proposta che ha già di per sé una sua importante ragion d’essere nella descrizione dei gusti e del background artistico-culturale di un musicista che, metaforicamente, ci apre le porte della sua stanza segreta, in cui tutti scopriamo qualcosa di identico in noi. Qualcuno le chiama affinità elettive…

Si parte coi groove agresti di “Big Love” dei Fleetwood Mac, seguiti a ruota dalla dolce e delicata “Running up that Hill” di Kate Bush, in una versione acustica dall’atmosfera decisamente difforme dalla celebre cover dei Placebo. Un po’ manierista, ma sempre assolutamente convincente il tributo agli U2 con “With or Without you”, mentre sorprende per somiglianza tonale la struggente “Song to the Siren” di Buckley padre.

Si ritorna alla modernità con l’ombrosa “How to Disappear Completely” (Radiohead) a cui è correttamente giustapposta la solare “River Man” di Nick Drake (già edita su un tribute album). Piacevole e calda la “Smile like you mean it” dei The Killers, quasi un antipasto al grande classico del love-rock “Romeo and Juliet” di mr. Knopfler & Co.

A seguire una sorprendente “Wasted Years”, la cui interpretazione acustica mette in primo piano il senso profondo dei testi di Adrian Smith, da sempre dedito all’introspezione psicologica nei suoi brani coi Maiden. Ultima ma non per importanza “High Hopes” dei Pink Floyd, uno dei gruppi più citati dai fratelli Cavanagh nel corso della loro discografia e pertanto anche qui assolutamente coerente e a suo agio nel mazzo.

Svolto questo rapido track-by-track fa davvero piacere constatare come un album indipendente e a suo modo intimo sia stato così ben accolto e supportato dalla community, a voler ribadire che la musica di qualità, con un’anima e un cuore in primo piano, non ha timore del cambiamento degli scenari produttivi e commerciali, e trova sempre il modo di giungere a destinazione.

Affinità elettive, si diceva in apertura, che in qualche modo diventano percorsi multimediali e multimodali. Una volta parlavamo di tape-trading, ora crowd-founding, ma il succo del discorso è la possibilità e la libertà di condividere ARTE. Grazie Danny…

daniel-cavanagh-480x325

Annunci

2 pensieri su “Daniel Cavanagh – Memory and Meaning

  1. Appena pochi giorni fa abbiamo discusso del disco; ed ero in attesa di una tua recensione. Ho ascoltato alcuni brani e posso soltanto dire che “la classe non è acqua”. Del resto stiamo parlando di un nostro, ennesimo, comune amore musicale da tantissimi anni.
    Ciao Alekos, a presto.

    Liked by 1 persona

    1. Ciao Lorenzo! GIà, nel sul piccolo credo sia un grande disco, che si lascia ascoltare con piacere e vivo interesse… Non è male che artisti affermati trovino comunque il tempo per digressioni personali come questa. Ben vengano le nuove tecnologie, se permettono la produzione e la condivisione di momenti artisticamente significativi come questo. A presto, fammi sapere se dovessi riuscire a liberarti per gli Agalloch, che ci organizziamo.

      Mi piace

E tu cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...