No frills #37: Alder

Alder - Sun WorshipperGiovane quartetto canadese, gli Alder propongono un post-black atmosferico e ben strutturato, che paga un ovvio ma non eccessivo tributo a capisaldi del genere, come Agalloch e Fen, riuscendo purtuttavia a suonare piuttosto freschi e personali, sopratutto per l’ottima capacità di tessitura melodica dimostrata dalle chitarre di Grant Freudenthaler e Peter Tyukasz.

La cifra stilistica predominante di questo loro “Sun Worshipper”, effettivo debutto dopo il cambio di monicker (il primo, validissimo “Ancient stone and mystic woods” usci nel 2011 a nome Moradin), pare infatti essere il costante dialogo fra armonizzazioni melodiche e ritmiche, rispettivamente depositarie di atmosfera e impatto, come perfettamente esemplificato dalla notevole “Cities of Sand”, quasi una versione prog-oriented dell’attitudine post-black, che tanto va per la maggiore, sopratutto in territorio americano (Krallice, Ash Borer, Cobalt).

Di fatto ogni brano ricorre alla dinamica alternanza fra pieno e vuoto, lenti crescendo strumentali e aperture metalliche (“Sonnenanbeter”), articolandosi dunque lungo minutaggi sempre sostanziosi, ma non eccessivi.

AlderRispetto ad altri recenti dischi di genere gli Alder mostrano una certosina attenzione ai dettagli e alle sfumature sonore, ricercando, anche nei più piccoli accenni di arrangiamento, il massimo risultato, in termini di evocatività, grazie anche un minimalismo concettuale che riduce ai minimi termini le possibilità di distrazione dall’intento principale.

Per tutto quanto sopra esposto, considerato anche come i ragazzi di Calgary siano, di fatto, una realtà ancora DIY, visto che la band si è occupata, in buona sostanza, della realizzazione dell’intero lavoro, non si può che valutare positivamente quanto condensato in questo “Sun Worshipper”, debutto assolutamente maturo e convincente, su tutta la linea, che è auspicabile venga notato e promosso da qualche etichetta discografica, tra le tante valide indie interessate alle sonorità in questione.

Annunci

E tu cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...