Paysage triste

TSEliot

La ragazza che salì sull’autobus
il giorno piovoso, e pagò la corsa
e rispose all’apprezzamento dei miei occhi
con quello sguardo scostato senza sorpresa
che solo chi è esperto può avere
una ragazza coi capelli rossastri e occhi blu pallidi

quasi una residente di Leicester Square.
Non potremmo averla avuta nel nostro palco
non avrebbe saputo come sedersi, o cosa portare
ma se chiudo gli occhi la vedo andare
coi capelli sciolti per la sua camera
coi piedi nudi che attraversano il cielo

Sarebbe stata crudamente imbarazzata
non avrebbe saputo come sedersi, o cosa portare
né, quando si spensero le luci e il corno iniziò
si sarebbe piegata come te, col gomito sui miei ginocchi
per punzecchiare imperiosamente il tuo ventaglio
il ragazzetto sorridente con la faccia rosa sapone
che aveva il tuo binocolo a disposizione.

(T.S. Eliot)

Annunci

Un pensiero su “Paysage triste

E tu cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...