Anthems to the Welkin at Dusk – 20 anni dopo

empero10

“Emperor performs Sophisticated Black Metal Art exclusively”. E questo è sempre stato fuori da ogni ragionevole dubbio. All’indomani della pubblicazione di “Anthems to the Welkin at Dusk” (luglio 1997) non sono stati pochi a sorprendersi della notevole distanza, stilistica e concettuale, dal precedente, seminale debutto “In the Nightside Eclipse“, giustamente annoverato fra i dischi cardine della seconda ondata black scandinava (’90-’95).

Ma, come avrebbero sempre dimostrato, anche in futuro, gli Emperor non nacquero per velleità ortodosse o devozionali, quanto piuttosto per sperimentare e ricercare senza sosta nuove soluzioni. Della loro intera discografia “Anthems to the Welkin at Dusk” rappresenta forse il compromesso migliore, con un approccio maggiormente chitarristico, basato su un riffing veloce e affilato (cfr. l’inizio di “Ye Entrancemperium“, composta da Euronymous), perfettamente sostenuto dai blast-beat ossessivi di Trym, e un comparto lirico epico e mistico, che trova la sua miglior traduzione nell’articolata “With Strength I Burn“.

Emperor - AnthemsUn album a tutto tondo, complesso e completo e a dir poco fantastico, sotto tutti i punti di vista, comprese produzione e artwork (Gustav Doré), la cui caratura i suoi autori non sono stati più in grado di replicare, probabilmente spinti da una forza centrifuga che iniziava già a trascinarli verso differenti aspirazioni personali: Ihsahn, quale vero motore innovativo e sperimentale, non a caso evolutosi in una carriera solista ormai ai confini col prog, e Samoth, perfettamente a suo agio nell’interpretazione delle componenti più ortodosse e tradizionali del metal estremo (cfr. Zyklon).

Resta fortunatamente un invidiabile lascito discografico, che coincide e descrive alla perfezione l’intera parabola della seconda ondata black scandinava, dall’ascesa dall’underground all’inevitabile sparpagliamento. “Thus Spake the Nightspirit“…

Annunci

Un pensiero su “Anthems to the Welkin at Dusk – 20 anni dopo

E tu cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...