Myrkur – Mareridt

Secondo album sulla lunga distanza per la danese Amalie Bruun, musicalmente meglio nota come Myrkur (oscurità in islandese), dopo il discusso debutto “M”, di un paio d’anni fa. Discusso perché, a monte di una presentazione (e di un marketing) specificamente black metal, le sonorità della Bruun sono in realtà molto più spurie e polimorfe, abbracciando spesso e volentieri dark-folk, chamber-ambient, fra cui emerge l’uso di strumenti tradizionali come la nyckelharpa e tecniche vocali quali il kulning.

Mareridt” (trad. it: incubo), questo il titolo del disco, esalta maggiormente quest’attitudine sincretica e corale, portando la musica di Myrkur su territori spesso misticheggianti, in bilico fra etereo e oscuro, fra la stregoneria e la candore insita nell’eterno femminino, nel suo ciclico, lunare rapporto con le forze della natura.

Purtroppo l’entusiasmo di queste considerazioni trova un pesante scoglio nell’eccessiva eterogeneità della proposta, che giustappone 11 brani dall’anima spesso troppo differente, sia come atmosfera, sia come approccio compositivo. Se infatti il trittico iniziale composto da “Måneblôt”, “The Serpent” e “Crown” risulta particolarmente efficace, nel presentare tutti gli elementi sopra citati, il resto del disco si perde un po’ troppo in ripetizioni (“Elleskudt”), manierismi (“Gladiatrix”) e sperimentazioni di dubbio gusto (“Børnehjem”), affossando in parte il valore artistico di un album altrimenti convincente, anche in virtù della collaborazione con la sempre valida Chelsea Wolfe (“Funeral”, “Kvindelil).

Tutto considerato il lavoro di Myrkur è senza dubbio un’interessante presentazione di tali sonorità a un pubblico più ampio, in forza sopratutto dell’importante deal con Relapse Records, ma gli ascoltatori più attenti ed esperti sapranno facilmente discernere gli attuali limiti e difetti di una proposta che va ancora rifinita e affinata, per meglio trovare una sua precisa collocazione e identità.

Annunci

E tu cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...