No frills #56: Sarke

Viige Urh”, quinto album in otto anni d’esistenza discografica, conferma l’ottimo stato di forma dei Sarke, progetto black norvegese in cui militano nomi di tutto rispetto nella scena, per i quali non servono grandi spiegazioni.

Rispetto al precedente concept “Bogefod”, dello scorso anno, il nuovo “Viige Urh” fa essenzialmente due cose: recupera la libertà della forma canzone svincolata da un unico filo narrativo, che può contribuire ad appesantire la componente atmosferica della sound, e sperimenta soluzioni stilistiche eterogenee, incorporando ritmi thrash e melodie epiche, female vocals e partiture quasi progressive.

Essenzialmente il songwriting del buon Thomas Sarke Bergli pare un epitome devozionale del metal ottantiano, opportunamente virato al nero, ma capace di ripercorrere, in una veloce carrellata di poco più di una mezz’ora di durata, circa un ventennio di sonorità metalliche, attraverso alcuni dei suoi più celebri tòpoi.

Da leggersi in questo senso li cascami doom di “Dagger Entombed”, le melodiche cavalcate epiche di “Age of Sail”, il riffing essenzialmente thrahs di “Punishment to Confessions” e gli intrecci non convenzionale della conclusiva “Evolution and Fate”, forse la più sperimentale del lotto.

Su tutto questo vario ma ordinato marasma metallico si staglia la voce, sempre più roca e stentorea di Nocturno Culto, che del resto non ha mai fatto mistero, come il suo buon sodale Fenriz, dell’amore per la parte più vintage del metal estremo.

In virtù di queste caratteristiche “Viige Urh” suona piuttosto fresco e ispirato, nella sua semplice immediatezza, attestandosi con tutta probabilità come l’album sinora più valido e interessante composto dai Sarke, i quali, compiendo un vero e proprio tuffo nel passato, riescono a stabilire un solido ponte verso il futuro, a suon di riff e atmosfere dark, come si rispetti per dei blackster padri di famiglia, quali essi in effetti sono.

Annunci

E tu cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...