Howling Sycamore – Seven Pathways to Annihilation

Secondo album degli Howling Sycamore, nuovo progetto di Davide Tiso, artista attivo su vari fronti musicali, e noto in passato per i notevoli risultati dei suoi Ephel Duath, band fra le più interessanti, in campo estremo, dei primi anni duemila. Successivamente al suo trasferimento oltreoceano e all’intreccio di nuovi legami, personali (matrimonio con Karyn Crisis) e artistici, Tiso è tornato a comporre, proponendo lo scorso anno un debutto omonimo assai interessante, per estro e sincretismo stilistico.

Grazie alla preziosa collaborazione di Hannes Grossmann alla batteria e Jason McMaster al microfono, gli Howling Sycamore sono infatti riusciti a cesellare una personalità ibrida e sospesa nel tempo, fra le spinte avanguardistiche del chitarrismo di Tiso e la vocalità tipicamente ottantiana di McMaster.

Il nuovo “Seven Pathways to Annihilation”, pubblicato da Prosthetic Records, è la diretta e logica prosecuzione di questo discorso, posto a un ulteriore livello di raffinazione e complessità, innanzitutto concettuale e simbolica, tramite il ricorso a diversi riferimenti al misticismo (come ben rappresentato dall’artwork di Dehn Sora), ma anche musicale, con un affinamento della propria espressività, ampliata sia in intensità che in profondità.

Oltre che al songwriting di Tiso, parte del merito di questo ragguardevole e composito mosaico va ai diversi guest presenti, che fanno molto più che abbellire un brano con una comparsata, bensì vi innestano importanti elementi distintivi, come perfettamente dimostrato dal sax di Bruce Lamont su “Sorcerer”, in cui troviamo anche il dulcimer di Otrebor, oppure dai pregiati assoli di Marty Friedman, Kevin Hufnagel e Matt Baldwinson.

Immediato e al contempo complesso, il sound degli Howling Sycamore ha una trasversalità ricca e soddisfacente, piuttosto unica nel suo genere, che si presta a diverse chiavi di lettura e considerevole longevità. Per questo merita di essere fruito e considerato in quanto tale, senza tentare di ascriverlo ad alcun genere o etichetta, cosa che, giustamente a Tiso è sempre andata stretta.

Annunci

E tu cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.