Batushka – Hospodi

Ecco come preannunciato la seconda parte della telenovela black sui Batushka, band polacca al centro di un’accesa querelle legale per la proprietà del monicker e, con esso, dell’identità legittima del progetto e del sound. “Hospodi” è infatti la risposta discografica del pingue Bartłomiej a “Панихида” di Krzysztof, le due parti in causa.

Per partire dalla fine, pare proprio che entrambi i nuovi Batushka siano in un certo senso, fatti i debiti distinguo, falsi, incompleti, nemmeno lontanamente vicini ai fasti di “Litourgiya”. Probabilmente la motivazione è da ricercarsi nella sovraesposizione mediatica di tutta la vicenda, molto simile alla debacle dei Gorgoroth, quando Infernus non andava più d’accordo con Gaahl e King, e finirono per combattere per la proprietà della band, trattata alla stregua di un marchio commerciale. In entrambi i casi i successivi risultati discografici non sono stati all’altezza né delle premesse, né dei proclami a mezzo stampa.

Ciò che probabilmente è accaduto ai Batushka è che quando la band ha avuto successo rapidamente e inaspettatamente, l’attrito preesistente tra i membri della band (forse anche per i problemi di dipendenze di Krzysztof) è cresciuto e ne è seguita una lotta di potere, con Bart che ha investito tempo e denaro nella band, ritenendo che i suoi sforzi e capitali sarebbero stati sprecati se fosse semplicemente andato via, usando conseguentemente la sua esperienza promozionale e i suoi contatti per prendere il controllo. Potrebbe anche avere un diritto legale su aspetti del marchio, anche se non lo sapremo con certezza fino a quando non arriverà la sentenza del tribunale. Stranamente la Metal Blade, etichetta per cui esce questo “Hospodi” non si è pronunciata sull’argomento.

Alla luce di questi fatti e dell’ascolto comparato dei due album, si può facilmente comprendere come i fan più veraci del gruppo pongano il marchio d’infamia social #faketushka su Bart, in quanto “Панихида” suona decisamente molto più simile nella scrittura, nel suono e nello spirito, al debutto originale, quindi non ci sono più molti dubbi sul fatto che Krzysztof sia (stato) la mente dietro la creazione del sound dei Batushka, con Bart a occuparsi degli aspetti produttivi, discografici e promozionali.

Dipanate le nebbie e gli enigmi sull’accaduto resta l’amarezza per lo sfoggio di grettezza e aridità che ha contraddistinto l’intera vicenda, ennesima dimostrazione che, quando si tratta di mettere le mani al portafogli, tutto il mondo è paese.

Annunci

E tu cosa ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.